Salve amici!
Oggi vi parlo di un’altra tradizione culinaria di famiglia: la “sbagliata”, che nel nostro gergo, altro non è che una squisita crema di fagioli!

Tutto partì da un errore di mia cognata che, quand’era ragazza, era stata incaricata da mia suocera di preparare un buona zuppa di fagioli cosicchè il resto della famiglia potesse trovare un piatto caldo al ritorno dal lavoro.
Lei, ancora inesperta in cucina, si mise di buona lena a sgranare i fagioli e poi – convinta che si facesse così – con santa pazienza levò anche le pellicine a ogni fagiolo, lasciandoli completamente “nudi”. Quando ebbe finalmente finito, li tuffò in un’ampio pentolone coperti d’acqua e li condì seguendo scrupolosamente le istruzioni di sua mamma.
In meno di un’ora dei fagioli non v’era più traccia!
Si era completamente sciolti trasformandosi in una deliziosa crema.
I commensali si leccarono i baffi e visto l’enorme successo riscosso dal suo sbaglio, la zuppa di fagioli fu battezzata “la sbagliata”!

Sbagliata con orecchiette

Ingredienti
Fagioli borlotti freschi 1 kg.
1 spicchio d’aglio
2 coste di sedano
olio evo
sale (da aggiungere a fine cottura)
150 gr. di polpa di pomodoro

Procedimento
Come già anticipato, i fagioli vanno sgranati e sbucciati. Per facilitare il lavoro di pelatura vi consiglio di tuffare i fagioli sgranati in una pentola di acqua bollente e scolarli subito. Quest’operazione produce il rigonfiamento della buccia. Tenete il fagiolo tra pollice e indice della mano sinistra e con l’unghia del pollice destro incidete la buccia, quindi esercitate una leggera pressione con il pollice e l’indice sinistri e il fagiolo sguscierà fuori in un sol colpo!
Con questa tecnica, in mezzoretta avrete sbucciato tutto il kilo di fagioli. Per darvi un’idea della differenza tra sbucciare a crudo e sbucciare sbollentato, vi posto una foto delle bucce a confronto.


Ponete i fagioli in una pentola e copriteli d’acqua fredda, quindi aggiungete lo spicchio d’aglio e il sedano tritati grossolanamente, la polpa di 4-5 pomodori e l’olio extra vergine di oliva. Incoperchiate e fate cuocere a fuoco medio per circa un’ora e comunque finché i fagioli si saranno disfatti completamente.
A fine cottura aggiustate di sale. A parte fate cuocere la pasta (io ho usato le orecchiette) che aggiungerete ancora al dente alla crema di fagioli e lasciate insaporire qualche minuto. Impiattate e servire con abbondante formaggio grattuggiato – parmigiano o pecorino – a seconda dei gusti.

Se volete abbreviare i tempi di cottura, la pentola a pressione è un’ottima alternativa. La zuppa cuoce in venticinque minuti/mezzora, non di più. Dovete solo avere l’accortezza di mettere un pò più d’acqua e controllare lo stato di cottura un paio di volte per assicurarvi che i fagioli disfandosi non si attacchino sul fondo.

Passaparola ...Share on LinkedInTweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on PinterestEmail this to someone

La tua opinione è importante per me, lascia un commento!