Carissimi, riemergo dopo un periodo non ben precisato, in cui mi sono dedicata alle “riparazioni sartoriali”. L’estate per me è anche questo!
È il momento ideale per radunare sul grande tavolo da lavoro tutti gli indumenti accantonati durante l’anno e passarli in rassegna: orli da fare, pantaloni da allargare, maniche da accorciare, buchi da rattoppare … perchè adesso più che mai, non si BUTTA NIENTE!

E così mi sono capitati per le mani tre “toppini” sfiziosi, estivi estivi, abbandonati sul fondo di un ripiano che aspettavano di tornare in auge. Ma erano stretti da togliere il fiato, che potevo fare?
Pensa e ripensa … spunta un’idea di riciclo creativo: un inserto sul dietro che allarga e impreziosisce eh voilà, la sorpresa è servita.


Non è un lavoro difficile, certo bisogna avere un minimo di manualità nel cucito, ma credo che ogni donna con famiglia prima o poi, per piacere o per necessità, impari a fare le cose essenziali salvo ricorrere al “pronto soccorso” sartoriale ogni volta che occorre!
E le occasioni in casa non mancano, specie se ci sono bimbi.
Innanzitutto spero che, come me, conserviate tutti i ritagli di stoffa perchè questo è il momento di usarli per creare il vostro inserto.

Stoffe di recuperoIo ho fatto la formichina in questi anni e ho raccolto nello scatolone che vedete qui a fianco:
fondi di pantaloni di tutti gli orli fatti, tulle di bomboniere, avanzi di pizzo di tende e centrini consumati, coloratissime stoffe dei sacchetti di riso, colletti e polsini di vecchie camicie …
Quando devo fare questi lavoretti, non ho che da scegliere!
Bastano, un pezzetto di stoffa da 25 x 8 cm. che si intoni con il capo da modificare, un pizzico di fantasia e un tocco di originalità.

In questo post vi spiegherò come ho fatto l’inserto del top a fiori che è quello più elaborato.

Vi servono: ago, filo da imbastire, forbici, filo in tinta, cotone egiziano lucido extra fine, uncinetto da 1.25, macchina da cucire (se ce l’avete, ma non indispensabile).
Tagliate il retro del top in centro (v. foto) e cucite a macchina il ritaglio di stoffa scelto unendo le parti sul rovescio, prima da un lato e poi dall’altro. Sorgettate le due cuciture (a mano o a macchina) per evitare che sfilino. Eventualmente applicate un nastro di bordura sulle cuciture per nasconderle. Nel mio caso ho ripiegato la stoffa al fondo, sui due lati, per ricreare le punte del modello originale – non fate caso ai difetti, sono sempre frettolosa e un po’ insofferente quando cucio!
A parte avviate un traforo a ventagli con l’uncinetto (v. scheda) della stessa altezza dell’inserto. Posizionate il tramezzo sull’inserto di stoffa e fissatelo con qualche punto a mano o, se preferite, cucitelo a macchina. Il fissaggio a mano avrà un effetto più naturale.

La tua opinione è importante per me, lascia un commento!