Carissimi, eccoli qua i braccialetti che vi avevo annunciato!
Voi direte, perchè fare i braccialetti con l’uncinetto se sono passati di moda?
Quest’anno si usano quelli di nastro elastico disseminati di ciondoli …
Braccialetti all'uncinetto
Beh i motivi sono due:

  • la moda intesa come fenomeno di massa che ci vuole tutti figli di una stessa tendenza a me non è mai interessata, salvo forse quando ero adolescente! Preferisco andare in controtendenza e sposare quella genuina “originalità” che ci rende unici;
  • quest’anno ho scoperto l’uncinetto e lo voglio usare!!!

 

Ho conservato per anni le schede dei “Punti d’oro” raccolte nell’80 e mai consultate! Poi chissà come e perchè a gennaio mi è presa “l’uncinettite” e ho cominciato a sfornare cappellini senza ancora conoscere bene la differenza tra una maglia alta e una maglia bassa. Da quel primo approccio ne è passata di acqua sotto i ponti. Sono arrivata ad interpretare gli schemi e le abbreviazioni in inglese e li ho tradotti per voi nel più sincero spirito di condivisione che è l’anima di questo blog.
Ma, dal lavorare la lana grossa con l’uncinetto n. 5, a fare braccialetti con filo ultrafine e uncinetto da 1.25 che quasi non si distingue la punta (naturalmente parlo per me che sto diventando “cecata”) il passo non è così breve, anzi!
Ai primi tentativi ho pensato “non è cosa per me”, poi ho cominciato a “farci l’occhio” e tutto mi è parso più semplice, addirittura facile. Così, per complicarmi la vita, ho usato dei filati in seta che si aprono e si sfilano solo a guardarli ma sono così lucenti che il risultato finale ripaga di tutte le difficoltà.
Fare braccialetti è come mangiare ciliege – uno tira l’altro – e mentre ne stai finendo uno, ti ritrovi a pensare al prossimo. E poi l’estate è la complice ideale per regalarsi un paio d’ore di relax nella frescura di casa, con il ventilatore a manetta, la finestra aperta sul giardino fiorito, l’uncinetto e il tavolo ingombro di fili, nastrini, bottoni, perline …
L’ispirazione è venuta dagli schemi per bordure e tramezzi, che presi alla lettera o modificati, mi hanno permesso di realizzare 11 modelli finiti e altri che sono ancora allo stato embrionale, ma l’impazienza di mostrarvi le mie creazioni mi ha indotta ad una pausa.

Di questi primi esemplari ce ne sono alcuni facilissimi e di grande effetto di cui vi passo gli schemi in galleria ed altri più elaborati ai quali dedicherò i prossimi articoli con dovizia di foto e spiegazioni a completamento delle schede originali che non sempre sono facili da interpretare. Più precisamente: quello rosso e quello viola sono fatti con la Bordura a mezzelune, quelli, arancio, azzurro, acquamarina e fucsia usano il Gallone a serpentina, quello blumarine si basa sullo schema a Bordura doppia e i braccialetti Oro e Argento (il modello si trova anche nei pattern di Ravelry) altro non sono che un Gallone passanastro.


Per le finiture ho usato perline colorate, baguettes, tubicini, rocailles (gli stessi dei braccialetti dell’estate), perline di legno, bottoni di recupero per le chiusure, filati della DMC, nastri per le roselline (ne parlo qui) e il passanastro dorato e pietre di vecchie collane. Ho previsto una chiusura perchè non sono molto amante dei braccialetti che si legano! Così, dove c’era un traforo finale, l’ho sfruttato per infilarci il bottone, altrimenti ho creato una piccola asola uscendo da un’estremità del finale con una decina di catenelle volanti, fissate poi con una maglia bassissima all’estremità opposta.
Dimenticavo … se siete interessati a qualcuno dei modelli ma non avete tempo o voglia di farvelo, potete richiedermelo scrivendo a info@meryweb.com.
Intanto gustatevi un’anteprima dei braccialetti che spiegherò nei prossimi giorni!

Mi sono resa conto che i visitatori di altre nazionalità possono avere delle difficoltà nella traduzione delle schede perchè il formato immagine non consente l’uso di Google translate.
Perciò corro subito ai ripari linkando ai nomi delle schede, il relativo file pdf (che si legge meglio ed è più manipolabile). Inoltre d’ora in poi riporterò al fondo dei post, il testo di ciascuna scheda in modo che cliccando sul pulsante della lingua desiderata, l’utente se lo troverà tradotto insieme al resto dell’articolo. Mi scuso per il disagio arrecatovi!

Gallone a serpentina
Avviare 3 catenelle ed entrando nella prima lavorare: * 3 maglie alte, 3 catenelle volanti, 3 maglie alte, 3 catenelle volanti *. Voltare il lavoro e ripetere da un asterisco all’altro entrando con l’uncinetto nell’arco di 3 catenelle volanti del giro precedente sino ad ottenere la lunghezza necessaria.

Bordura a mezzelune
Avviare una catenella di 5 maghe e chiuderla in tondo con 1 maglia bassissima. 1° giro: nel cerchio lavorare 6 maglie basse, 4 catenelle volanti, 1 maglia bassa, * voltare il lavoro. Nell’arco di  catenelle volanti lavorare 6 maglie basse, 4 catenelle volanti, 1 maglia bassa *. Ripetere da un asterisco all’altro sino a raggiungere la lunghezza desiderata.

Bordura doppia
Avviare una catenella di 5 maglie. 1° giro: saltare 3 maglie e lavorare 4 maglie alte sulla quarta catenella volante, 2 cat. vol. 1 maglia bassa sull’ultima maglia.
2° giro: * voltare il lavoro, 3 catenelle volanti, 4 maglie alte sotto l’arco di 2 catenelle volanti del giro precedente, 2 catenelle volanti, 1 maglia bassa sulla prima maglia alta del giro precedente *. Ripetere da un asterisco all’altro sino ad ottenere la lunghezza desiderata della bordatura.
Bordo rifinitura: 1° giro 3 catenelle volanti, * 1 maglia bassa lavorata nella terza catenella volante dell’inizio del motivo, 3 catenelle volanti *. Ripetere da un asterisco all’altro sino ad aver contornato tutto il bordo.
2° giro: * 1 maglia bassa sulla maglia bassa del giro precedente, 3 maglie basse sotto ogni arco di 3 catenelle volanti. Se si desidera un bordo diritto, senza l’arrotondamento alle due estremità, quando si esegue la rifinitura, arrivando in fondo, è necessario rompere il filo e ricominciare sul lato opposto.

Gallone passanastro
Avviare una catenella con un numero di maglie dispari. 1° giro: * l maglia alta doppia, 1 catenella volante, saltare 1 maglia*. Ripetere da un asterisco all’altro sino alla fine del giro e terminare con 1 maglia alta doppia. 2° giro: * 1 maglia bassa sulla maglia alta doppia, 5 maglie alte nella maglia alta doppia seguente *. Ripetere da un asterisco all’altro sino alla fine del giro. Voltare il lavoro. 3° giro: ripetere il 2° giro sull’altro lato del gallone. Se le estremità del gallone devono essere visibili, lavorare su ognuna 6 maglie alte per rifinirle. Infilare poi il nastrino nel passanastro e fissarlo con alcuni punti ad ago sul rovescio.

La tua opinione è importante per me, lascia un commento!